ZHANG HUAN 2010

internationalartist 12.11.2018 Torna al blog

Zhang Huan_PAC 2010

ZHANG HUAN: ASHMAN
Dalla cenere raccolta nei templi opere monumentali che evocano antiche spiritualità
a cura di Elena Geuna
7 luglio 2010 – 12 settembre 2010

Estate 2010. Zhang Huan: Ashman la prima retrospettiva europea di Zhang Huan, a cura di Elena Geuna.
La mostra, prima personale in un’istituzione pubblica italiana, ripercorre l’intera ricerca artistica di Zhang Huan riunendo 42 opere provenienti da importanti collezioni internazionali: dalle sue performance di inizio anni Novanta alle sue più recenti opere realizzate con la cenere (come le sculture giganti Buddha Hand, Peace 1 e Berlin Buddha o gli Ash paintings) e altri lavori tra i più significativi della sua intera produzione artistica.

Ashman è l’eroe che porto nel cuore, la personificazione di molti desideri e anime molteplici. Ashman sogna, sostiene la giustizia, definisce un nuovo ordine internazionale, persegue la pace per sconfiggere la guerra terroristica, interagisce con la Terra in maniera ecosostenibile, rende l’umanità più pacifica, più libera. Porterà a Milano una profonda, universale, armonia per l’umanità.
Zhang Huan

Il percorso della mostra riflette sul tema della spiritualità, tema centrale della sua poetica e della sua vita.
Le sue opere prendono vita dall’intrinseco legame tra pratiche spirituali buddhiste ed alcune tecniche tradizionali cinesi, fonti iconografiche e culturali da cui l’artista prende ispirazione, unite ad una estrema versatilità espressiva, propria della contemporaneità. Performance, fotografia, scultura, video, pittura sono in Zhang Huan strumenti per recuperare le proprie radici e le tradizioni della cultura cinese, esprimendo un rapporto intimo con il passato, con la natura, con la storia e con se stesso. Nelle opere di Zhang Huan si ritrovano le antiche tecniche dell’intaglio e della calligrafia, la pratica religiosa di bruciare l’incenso, la scultura in ferro battuto, la raffigurazione di Buddha e di parti sacre del suo corpo, la riproduzione fedele della natura, l’iconografia popolare di propaganda Comunista.

Le opere di Zhang Huan sono presenti nelle collezioni dei più importanti musei al mondo, come The Museum of Modern Art, Salomon R. Guggenheim Museum e il Metropolitan Museum a New York; lo S.M.A.K. Museum a Gent, Belgio; il Centre Georges Pompidou a Parigi; l’Hara Museum of Contemporary Art di Tokyo e l’Israel Museum di Gerusalemme.