http://www.canadagooseonsale.be http://www.troilus.es http://www.maclorry.be https://www.styleandthecity.nl
TALK con FAM, S. MAURI, A. BARRETTA
NUOVE IDENTITA' E ALTRE STORIE
03 Marzo 2019 ore 19:00

 
Talk con Francesca Alfano Miglietti, Sebastiano Mauri, Ariase Barretta

Un confronto sul tema dell’identità e delle sue sfumature a partire da Rosso Vivo, la mostra curata da Francesca Alfano Miglietti (FAM) che nel 1999 ha portato al PAC contaminazioni e mutazioni del Nuovo Millennio con autori capaci di trasformare i codici più diversi, dal linguaggio genetico a quello cinematografico, da quello musicale a quello teatrale. A dialogare con la curatrice saranno Sebastiano Mauri, scrittore e regista della versione cinematografica di Favola, che porta sullo schermo il tema dell’identità attraverso la presa di coscienza di una donna americana, borghese e transessuale, e Ariase Barretta, autore del libro Living Fleshlight, romanzo distopico dove una società aberrante pianifica l'eliminazione di tutte le donne per allevare solo le più belle trasformandole in giocattoli umani destinati alla soddisfazione sessuale degli uomini.

_

Francesca Alfano Miglietti è teorico e critico d’arte e docente all'Accademia di Belle Arti di Brera, Milano. La sua ricerca è incentrata sul corpo e le sue modificazioni, le nuove tecnologie, il rapporto tra visibile e invisibile come frontiera di nuove poetiche contemporanee e sulle contaminazioni di linguaggi. Ha ideato e diretto la rivista Intervallo/Incidenti e la rivista VIRUS Mutations. Ha curato numerose mostre tra cui: Rosso Vivo, PAC Padiglione di Arte Contemporanea, Milano; Fabio Mauri. The End, Palazzo Reale, Milano; Sguardo di Donna, Museo dei Tre Oci,Venezia. E' ideatrice e curatrice del festival di contaminazioni ART LIVE - arte, moda, musica, teoria (Torino) e Direttore Artistico dello spazio Nonostante Marras, Milano.


Sebastiano Mauri, di origine italo-argentina, è nato a Milano nel 1972 e ha vissuto e lavorato tra New York, Milano e Buenos Aires. Il suo lavoro ruota attorno al concetto di identità e alla lettura dell'altro, inteso non solo come una minoranza - riconosciuta come debole in un dato periodo storico e in una data società - ma anche come esito di concezioni intime e individuali. Mira ad esporre i meccanismi di discriminazione insiti in tutti noi, spesso metabolizzati e quindi inconsapevoli. Nel 2012 ha pubblicato il romanzo Goditi il problema e nel 2015 il manifesto Il giorno più felice della mia vita, entrambi con Rizzoli. Nel 2018 ha diretto il suo primo lungometraggio, Favola, prodotto da Palomar.

Ariase Barretta è nato a Napoli e vive a Madrid. Si è laureato all’Istituto Orientale, per poi proseguire gli studi presso le università di Modena, Barcellona e Madrid, dove ha conseguito un Dottorato in Letteratura ispanoamericana. Ha lavorato come traduttore per case editrici e network televisivi nazionali e internazionali, curando, tra le altre cose, la versione in italiano della Slapstick Encyclopedia, la più importante raccolta di film muti prodotti nei primi 30 anni del ‘900. Nel 2009 ha vinto il premio letterario La voce dei sogni. Ha pubblicato i romanzi, Darkene (2012), Psicosintesi della forma insetto (2014), H dalle sette piaghe (2015) e Living Fleshlight (2018). Nel 2018 ha fondato con la performer Manuela Maroli il duo di Letteratura performativa Sacrificium Vidua. Attualmente si occupa di Queer Art e Transmodernismo, con particolare riferimento all'opera dell'artista/scrittore cileno Pedro Lemebel.

EVENTI
/In programma

Indirizzo

via Palestro 14
Milano — 20121

Info e orari

mercoledì, venerdì, sabato
e domenica 9:30—19:30
martedì e giovedì 9:30—22:30
Chiuso lunedì

Social